Wave nasce dalla sensibilità di Marco Acerbis per le forme sinuose, semplici, delicate, arrotondate sotto la bocca e sul corpo e squadrate nella parte superiore. Un rubinetto che torna ad essere tale, senza esagerare, senza dimenticare che la funzione non deve essere secondaria alla forma o al “Fattore Wow!” ma senza dimenticare che un’oggetto deve sempre comunicare anche emozioni e piacere. Wave è la forma unita alla funzione, il perfetto bilanciamento di entrambi nello stesso corpo. Il corpo, sinuoso, che assimila il colore della superficie su cui poggia e lo fa proprio, una leva funzionale, che si rivolge verso di noi, l’aeratore leggermente inclinato verso il lavabo per evitare schizzi d’acqua. Tutto è funzione. Tutto è forma. Il soggettivo diventa oggettivo con Wave e viceversa.
Imposta ordine discendente

Imposta ordine discendente